Notizie montagna

Corso d’aggionarmento di sci d’escursionismo per monitori G+S


DSCN3307 FMPasso del Bernina, Ristorante Cambrena, ore 10.00. Con questo ritrovo ha inizio il fine settimana, dedicato al corso d’aggiornamento in Val Poschiavo nella disciplina dello sci d’escursionismo.

 

L’aggiornamento, obbligatorio per chi desidera mantenere attivo il proprio brevetto, in questa occasione ha raggiunto la presenza di quattordici partecipanti.
Il programma, ben ripartito fra momenti teorici e di messa in pratica per poter assimilare al meglio i preziosi insegnamenti delle guide alpine, inizia sabato 29 marzo.

DSCN3276 FMAll’interno della giornata, in seguito ad una breve introduzione ed illustrazione del programma, i due gruppi, suddivisi per favorirne l’apprendimento, si sono incamminati in direzione della Motta Bianca. Le informazioni e le esercitazioni non tardano ad arrivare, difatti vengono presto sperimentati i cosidetti “Flaschenzug” austriaco e svizzero, utili in caso di salvataggio di persone intrappolate in un crepaccio. La “siesta” ha permesso poi di riprendere nel pomeriggio con sufficienti energie, per cimentarsi nella ricerca con l’arva, utilizzando le sonde e spalando una valanga. Sfruttando le informazioni tratte dalle fresche esperienze, i gruppi sono rientrati al Ristorante Cambrena per il riassunto della giornata ed i preparativi per la gita dell’indomani. La giornata di domenica, non meno impegnativa e ricca di ragguagli, aveva come obiettivo il Piz Cambrena, 3'606 m.s.l.m. .

DSCN3279 FMLa diana alle ore 5.00, disturbata dal cambio all’ora legale, ha permesso al gruppo di ritrovarsi alle 6.00 all’Ospizio Bernina, verso la volta del ghiacciaio del Cambrena. Il cammino lungo l’iniziale pendenza, che si affievolisce fino alla base del famigerato “Cigno” (così denominato per la particolare forma a collo di cigno e una pendenza che raggiunge circa i 50° gradi), è stato allietato da una giornata soleggiata. Il percorso continua passando dalla Forcola Cambrena fino al cima della stessa (Piz Cambrena). La concretizzazione della teoria, fondamento dell’intero aggiornamento, è stata centrale per tutti i monitori che, arrivata l’ora ed il luogo del pranzo, hanno apprezzato la pausa all’aria aperta insieme al meraviglioso panorama.

DSCN3318 FMDopo essersi rifocillati a sufficienza, giunge però l’ora del rientro, che prevede la discesa dal “Cigno”, fino alla strada cantonale del passo, che permette a monitori e guide alpine di concludere le due giornate con un momento di spensieratezza ed allegria accompagnati da qualche carboidrato, che aiuta a riprendere le energie.
Ringrazio Sandro Guadagnini per aver organizzato il corso, i monitori per il loro impegno al corso e per la SPP e, non di meno, le due guide alpine Moreno Demonti e Siffredo Negrini per l’ottima istruzione.


Alla prossima uscita… Remo Cortesi